C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

L’inferno nn esiste

05 settembre 2013 alle 09:45

Mi piace pensare che il male sia solo assenza di bene, ke nn abbia 1a sua essenza ed esistenza. Come il vuoto, nn esiste, è solo la mancanza di ttto.

Ovviamente lo xcepiamo, xké i nostri sensi avvertono la mancanza, come la presenza.

Nn posso concepire ke 1 creatore possa aver creato il male. Mi risulta + plausibile ke possano esistere sakke di cosmo in cui il bene nn è arrivato o se n’è andato. Ecco, questo è x me il massimo del male.

Quindi, di riflesso, nn può esistere l’inferno.

Nn ha senso il concetto di p1izione dell’anima (tanto – del corpo). 1’anima può sbagliare, ma nn può esserci malafede in ciò, quindi nn posso ipotizzare 1a p1izione e sicuramente nn così estrema.

L’anima è sulla Terra con consistenza fisica x vivere esxienze di vita con lo scopo di imparare, crescere, rimediare o aiutare.

In quest’accezione, l’anima può nn aver ancora imparato, ma come nella vita fisica ness1 insegnante punirebbe 1 allievo xké nn riesce ad imparare o fa fatica, nell’esistenza spirituale nn posso pensare ke si possa p1ire 1’anima ke faccia fatica.

Inoltre nn può esistere la malafede, xké implikerebbe la presenza del male, cosa ke ho già escluso a priori.

Secondo me, infatti, l’anima può sbagliare, nella sua vita fisica, ma nn xké voglia in malafede fare 1 danno a qualc1. Possono essere l’Io Cosciente e, ipotizzo, l’Io Subcoscio a sbagliare in 1a sorta di malafede locale, ma nn l’Io Superiore e l’anima.

Quindi nn c’è nulla da p1ire.

Io credo nel karma e nel debito karmico da riequilibrare. Ma queste nn vanno intese, secondo me, come p1izioni, ma +ttosto come lezioni da ripetere sino a comprensione completa del concetto. Si tratta solo di 1 nuovo esercizio necessario x proseguire il proprio xcorso di crescita verso la xfezione.

Questo è 1 dei danni prodotti all’Umanità da alc1e religioni e da certi modi di interpretare la detenzione. X tenere sotto controllo il gruppo, gli si fa credere ke certe azioni possono portare alla xdizione definitiva.

Nn c’è obiettivo formativo in ciò. Può funzionare sul breve x arginare fenomeni negativi (negativi poi da vedere, secondo l’opinione di ki), ma l’effetto nn è a lunga durata. Produce solo il fatto ke certi fenomeni si riducano, ma nn x la comprensione della negatività insita, ma x il terrore della pena.

Sono religioni ke predicano l’amore, ma tengono sotto controllo le masse con tecnike di terrore.

Scusate, tanto ke ness1a tesi sull’esistenza, sul cosmo, sull’anima, sulla vita/nnvita post morte o prenascita, può essere dimostrata in modo scientifico o com1que sicuro, sono solo indizi…
… io mi scelgo l’idea x affine alla mia essenza.

Scelgo ke esista solo il Bene, ke il male sia solo la sua assenza e ke le anime siano solo in crescita, magari lenta. C’è solo da imparare, a fatica, ma nulla da p1ire.

L’inferno nn esiste, neanke dentro di noi.

TAG: anima

Lascia un commento