C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Io, Epson e la malafemmena…

23 Febbraio 2022 alle 12:44

La stampante a getto d'inchiostro Epson ET-2812, con cartucce ricaricabili.

… della serie, che ognuno faccia il proprio lavoro ed uno chef non si metta ad installare un’apparentemente innocua stampante a getto d’inchiostro Epson!

Mi serve un po’ per me ed un po’ per il mio ristorante, comprata a 220 euro, mi sono accertato che le ricariche degli inchiostri non costino troppo, è WiFi, la porto in casa e stamattina mi metto per porla in opera.

Via le confezioni, via le mille protezioni, oddio per installarla serve il cellulare, devi scaricare un app, inizio, mi chiede mille cose cose, alcune onestamente di difficile comprensione. Comunque, lo faccio.

Pare che sia in rete WiFi con la mia linea di casa/ufficio. Evviva!

La felicità dura poco, accendo il MAC, non la vede, devo caricare il software del CD (che in teoria sarebbe per Windows). Il software del CD mi manda ad un sito, il sito mi scarica un’app, l’app mi installa un’utility, 10 minuti e tutto sembra ok, vedo la stampante nell’elenco del MAC.

Tento una stampa, nulla. C’è un errore di connessione. Provo, riprovo, leggo, rileggo, niente da fare.

Esco di casa, compro un cavo USB stampante, bevo un tè e mangio una brioche, rientro, collego il cavo, mi crea una seconda stampante (a proposito, è la ET-2812), finalmente stampa.

Dal cellulare, invece, nada. In nessun modo si vede la stampante.

Che sia che la mia WiFi a 5 GHz non vada bene per la stampante (a volte capita con certi dispositivi)? Tento di creare sul router la rete a 2,4 Ghz. Ci riesco, però ho dovuto smanettare un po’, non funziona più quella a 5 perché s’è modificata la password. Ok, mi dico che sistemerò la cosa dopo.

Provo a cambiare la connessione della malafemmena, la ET-2812, ma niente, provando e riprovando, l’app funzionava bene per la prima configurazione, ma per modificare fa casini.

Alla fine, quando pare d’esserci riuscito, dice che la password della WiFi è sbagliata (funziona invece per connettersi da cellulare e computer). Boh. Lascio perdere, decido che andrò sempre col cavo.

Torno al router per sistemare la password della 5GHz, ma niente, dalla 2,4 non si riesce ad entrare.

Mi pare di ricordare che in cantina ho un vecchio cavo di rete Ethernet (oddio, non mi ricordo neppure più come si scriva correttamente), lo vado a recuperare. Ovviamente non ho l’entrata LAN sul MAC Air M1, vado a cercare un hub che uso per altre cose. Ecco, lui l’entrata ce l’ha, ci collego il cavo.

Smanetto un po’, finalmente riesco a collegarmi al router, imposto nuovamente la vecchia password, che per fortuna avevo conservato, si riparte.

Conclusione: la stampante funziona solo col cavo USB, ho rischiato di mettere in crisi la WiFi, ho perso 3 ore, 3!

Capito perché dico sempre che ognun* debba fare il proprio lavoro?

TAG:

Lascia un commento