C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Ereikoussa? Qualche consiglio per la vostra vacanza

25 luglio 2014 alle 10:33

Se avete deciso di andare per vacanza sull’isola di Ereikoussa, in Grecia, eccovi qualche consiglio che potrà esservi utile 🙂

Io ci sono stato per più di un mese, per lavoro, quindi ho messo assieme alcune indicazioni in base alla mia esperienza. Poi ovviamente alcune cose possono essere personali e quindi fate i vostri ragionamenti.

Primo punto, stabilite quanti giorni volete fermarvi, perché questo ha impatto su ciò che dovrete tenere presente.

Portatevi ogni cosa che possa servirvi per quei giorni, perché al di là del cibo, sull’isola non esistono negozi, quindi non potrete comprare nulla. Neppure un paio di slip. Ci sono poche cose, solo nei mesi di luglio ed agosto, non val neppure la pena di citarle.

Portatevi creme, medicinali, prodotti per l’igiene, soprattutto se amate il bio/eco o se avete esigenze particolari. Sapone e shampoo si trovano, ma veramente nulla di più.

Tenete presente che per muoversi da Ereikoussa (a proposito, la chiamano anche Merlera, Erikousa ed Ereikousa) verso le isole vicine, ogni volta vanno previsti almeno due giorni, perché i battelli non fanno andata e ritorno nello stesso giorno essendo pensati più che altro per chi da Corfù va ad Ereikoussa, non l’inverso. Ovviamente ogni volta che andate su un’altra isola, dovrete pensare a dove dormire (e pagare).

Se avete bambini, portatevi giochi e altre cose per intrattenerli, perché l’isola ha solo un piccolo parco giochi annesso alla scuola, ma null’altro. L’isola è bella, però per i bambini è un po’ disagevole (anche per le stradine senza guardrail e i frequenti buchi e anfratti). Nulla di male, dovrete solo stare un po’ attenti e seguirli sempre.

Sull’isola potete fermarvi presso l’Hotel Erikousa o affittare una casa da Cristos (spero di averlo scritto bene).

Affittando una casa, accordatevi sul ritiro della spazzatura e le pulizie, perché all’ultimo momento non è detto che troviate qualcuno che ve le faccia, se dovete provvedere voi (non perché non vogliano, ma perché sono molto occupati).

Potete invece mangiare presso l’Oasis Bar & Restaurant di Leonidas, all’Hotel Erikousa ed il ristorante Anemomilos.

Andando a mangiare al ristorante, portatevi sempre dei giochi per i bambini, perché i tempi sono tipicamente vacanzieri/isolani, quindi vi tocca aspettare 🙂

Per arrivarci, potete prendere l’Alexandros da Corfu Town, il Pegasus da Agios Stefanos e il Nearchos da Sidari. Quasi ogni giorno c’è una partenza. Se arrivate in aeroporto a Corfù Town, potete prendere un taxi per le due città o un autobus che vi ci porta per 4 euro.

Se volete fare un giro delle isole vicine, oltre ai citati battelli, però poi avete il problema del rientro nei giorni successivi, potete chiedere ai locali di portarvi con le loro barche. Costa un po’ perché hanno una tariffa a persona, non a mezzo, quindi la spesa non è banale. Poi si tratta di fare i conti se spendete di più fermandovi negli hotel delle tappe intermedie o andando con un mezzo privato avanti ed indietro in giornata. Lo saprete solo chiedendo.

Se avete problemi di salute, organizzate la vacanza nei mesi di luglio o agosto, perché per il resto dell’anno non c’è medico sull’isola.

Mi pare di aver detto tutto, se ho scordato qualcosa o se avete domande, usate i commenti 🙂

Lascia un commento