C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

È quando ti fermi, ke ti muovi di +

11 aprile 2014 alle 15:18

Da giovane credevo ke fermarsi fosse tempo sprecato. Nn mi affannavo, ma ero sempre in movimento. Dormivo poco, nn sentivo bisogno di momenti di relax, arrivare tardi mi era inammissibile.

Poi il mio atteggiamento è cambiò, 1 po’ alla volta.

Inizialmente qualke volta, poi sempre + spesso, alla fine frequentemente, mi accorgevo ke le idee migliori, le intuizioni brillanti, i concetti + importanti, mi venivano in mente nei momenti di relax, quando ero inattivo, quando i miei pensieri erano quasi fermi.

Soprattto ciò ke riguardava la mia crescita xsonale e spirituale.

Oggi la mia consapevolezza di ciò è del ttto matura. So ke proprio quando sono fermo, in realtà sto avanzando di +.

Ho modificato la mia vita al punto ke molti dei miei conoscenti di 20 anni fa farebbero fatica a riconoscermi.

Lavoro -, cazzeggio di +, faccio frequenti soste durante il g, medito quotidianamente e + volte nella giornata, mi concentro soventemente sul momento, evito di pensare troppo a domani e ancor – al mese prossimo. Limito al minimo indispensabile la mia attività di programmazione.

… e sto bene, ttto va x il meglio, vivo in modo qualitativamente suxiore e sto crescendo tanto.

Auguro a ttti voi 1 analogo xcorso, nell’ambito delle vostre aspirazioni 🙂

Lascia un commento