C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Nn scrivo saggi, scrivo a me stesso

07 aprile 2014 alle 09:15

Forse x kiarezza dovrei dirvi 1a cosa.

Scrivo molto, come potete vedere, praticamente ttti i gg, ma forse nn è kiaro xké.

Scrivo principalmente x me, anke quando sembro parlare a qualc1, quasi sempre sono pensieri ke mi vengono durante la giornata, me li tengo in 1 elenco e poi scrivendone li sviluppo e metabolizzo.

Tra i miei intenti nn c’è l’insegnare, tanto – il far saggistica, né giudicare, né distinguere il giusto dallo sbagliato.

Sono solo pensieri miei, ke hanno valore x me, ke possono piacere oppure no, ke spesso sono lezione data a me stesso, fosse anke solo x ricordarmene in futuro (infatti ogni tanto rileggo i miei scritti).

Il tono a volte può sembrare quello del cattedratico e di ki insegna, forse è vero, ma questo nn è il mio intento. Il tono, x mio errore, mi viene in automatico, nn è 1a scelta e nn corrisponde al mio desiderio. Forse il motivo sta nel fatto ke su vari altri temi insegno da decenni ed ho preso il vizio.

Quindi, se decidete di leggere ancora, sappiate ke nn ho la pretesa di dire a qualc1 cosa debba fare nella vita o no, salvo me stesso 🙂

Buona settimana a ttti

TAG: pensieri

Lascia un commento