C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Guardiamo in noi stessi x comprendere gli altri

05 marzo 2014 alle 10:47

Abbiamo vissuto molte vite ed ogn1a c’è servita x imparare 1a lezione. Abbiamo vissuto innumerevoli esxienze, la nostra conoscenza è molto + grande di ciò ke si vede. In noi ci sono risorse delle quali nn siamo coscienti.

X consentirci di vivere l’attuale vita e trarne insegnamento, dalla nascita filtriamo ciò ke nn ci serve ricordare delle nostre vite passate. Ma quando vogliamo, possiamo andarlo a riprendere.

Così, quando incontriamo xsone ke ci paiono a prima vista molto diverse da noi, dovremmo attingere dalla nostra antica esxienza, dove potremmo trovare le tracce ed i ricordi del nostro vissuto simile.

Ciò ci consentirebbe di capire ki ci sta di fronte.

La saggezza è la somma di ttte le esxienze fatte e lezioni imparate nelle molte vite vissute dalla nostra anima, ke molto + del nostro raziocinio.

Così, meditando nn diventiamo saggi, semplicemente ricordiamo d’esserlo. Crescere è difficile, ricordare è + facile e basterebbe in molte situazioni, anke se ovviamente dobbiamo andare avanti.

Addormentiamo il nostro conscio e razionale, x consentire al nostro Io Superiore di incontrarci e raccontarci ki realmente siamo. Predisponiamoci a ricevere i messaggi ke le nostre guide ci inviano.

Dentro di noi c’è ttto quello ke ci serve x comprendere il nostro prossimo. Basta sax guardare 🙂

Guardiamo le nostre anime, nn i nostri corpi. O meglio, i nostri corpi guardiamoli x divertirci (siamo qui anke x questo), ma guardiamo oltre x amarci 🙂

Lascia un commento