C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Xké voglio fare il personal chef

10 dicembre 2013 alle 08:44

Ecco, caro Universo, questo è ciò ke voglio fare nel mio prossimo futuro, quindi, x favore, a tuo comodo, ti va di attivarti?

Scusa, nn ho capito… Vorresti sapere xké voglio fare il Personal Chef?

Certo, ke posso dirtelo! 🙂

Questo modo di fare cucina professionale è quello + vicino al mio modo di essere, al mio carattere ed alla mia visione sulla preparazione dei piatti.

Avere la possibilità di organizzare la cucina a mio modo, mi consente di raggiungere 1’efficenza elevatissima e prestazioni qualitative ai massimi livelli.

La mia creatività avrebbe ttte le possibilità di esprimersi, alla massima potenza. E sai quanto io ci tenga 🙂

Gli orari sarebbero quelli ke mi sono + congeniali. Voglio aver del tempo x ttte le altre mie cose ke voglio fare.

Mi piace l’idea di prendermi cura di 1a famiglia, di cui conosco gusti, necessità ed abitudini.

Mi dà soddisfazione e so di poter molto aiutare. Le famiglie x le quali ho cucinato sinora hanno sempre espresso la massima soddisfazione.

Avrei modo di essere a contatto delle xsone, uscirei a far la spesa, le possibilità relazionali sarebbero in linea coi miei desideri.

Potrei continuare a far formazione, ke come sai mi piace molto. Alle xsone in famiglia e mio conto nel tempo libero.

Insomma, come vedi di motivi ce ne sono 🙂

Ad ogni modo, cucinare mi piace com1que, quindi lavorerei anke in 1 ristorante o aumenterei i miei servizi a domicilio 🙂

Potendo scegliere, xò, preferisco fare il Personal Chef (nota, nn ti ho messo la x :D).

Kiaramente ti ringrazio sin d’ora, certissimo del tuo intervento risolutivo e anzi ho già pronto il nastrino da mettere sulla giacca 🙂

Lascia un commento