C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Xké sono convinto d’essere stato 1 egizio

25 settembre 2013 alle 08:24

In 1a mia vita passata sono stato egizio, ne sono convinto al punto da definirmi sicuro. Motivi?

Le emozioni ke provo ogni volta ke visito questo paese sono intense, profonde e mi nascono da dentro, qual1que cosa io guardi, apparentemente senza giustificazioni. Sento 1a grande familiarità, mi pare d’essere a casa, provo ogni volta quella sensazione ke provate al ritorno da 1 lungo viaggio, quando vi ritrovate nella vostra città.

A dispetto delle grandi differenze esistenti tra i 2 modelli di vita di Egitto ed Italia, io mi adatto subito, anzi, nn posso neppure parlare di adattamento, mi pare sia già mia, dall’arrivo. Ttto mi pare conforme a me.

Sin da ragazzo ho amato quest’antica civiltà. Negli anni l’ho studiata molto di + delle altre vicine, senza 1 apparente motivo. Razionalmente le altre, Sumeri, Babilonesi, Fenici, Micenei, Ittiti, Greci e Persiani, sono interessantissime, ma il tempo ke io ho dedicato e dedito tutt’ora agli Egizi è di gran lunga suxiore al tempo riservato alle altre messe assieme. Ho letto decine di libri di storia e arkeologia, romanzi, ipotesi + o – fantascientifici, fotografici, religiosi.

Ecco, mi ha sempre affascinato la religione egizia, ke diede parzialmente origine a quella cristiana, anke se la maggioranza dei cristiani nn lo sa. Ho xsino letto Il Libro dei Morti, in cui, x inciso, ho trovato attuali le preghiere, di cui apprezzo particolarmente il fatto ke siano molto calate sul piano umano, pratico, se vogliamo povere, ma vere.

Vedo la storia egizia, ne comprendo il xcorso nei millenni, sento miei i passaggi tra i regni predinastici ed i xiodi successivi. Nn so spiegarmi, mi pare di avere nel mio DNA le pagine di questo lungo libro. Nn posso dire di ricordare a memoria i nomi di ttti i faraoni, ma ne conosco e colloco storicamente 1 numero decisamente suxiore a quello di re e presidenti delle nazioni odierne, Italia compresa.

Mi vedo egizio. Mi è sempre piaciuto mettere l’asciugamani attorno al bacino dopo la doccia. Da ragazzo stavo così x ore e mi piace molto ttt’oggi, anke se il fisico nn + lo stesso, ovviamente.

Parlando di asciugamani, io da sempre amo ed uso le tovagliette di lino, x viso e mani. Mi piacciono, le sento mie, mi fan venir voglia di lavarmi x poterle usare 😀
Le lenzuola le ho sempre preferite di lino e anke x gli abiti questo è tra i miei tessuti preferiti. Nel lino mi sono addirittura sposato la prima volta, con 1 abito Versace ke ho molto usato poi negli anni successivi. Camice di lino ne ho avute a decine.
Vestito alla maniera egizia, io potrei andarci in giro senza sentirmi troppo a disagio e vergognarmi. Mi pare naturale.

La cucina? Beh, ttti quelli ke mi conoscono sanno quanto io ami la cucina nordafricana e del medio oriente. Faccio cucina classica e internazionale x lavoro, poi io nel privato mangio kepab, felafel, hommus e moltissimi altri piatti ke coprono la zona tra la Turchia ed il Marocco, con deviazioni verso l’Arabia e l’Etiopia.

E il trucco delle egizie? Lasciamo stare, m’è sempre piaciuto da morire, meglio cambiar discorso, trascenderei… 😀 😀

2 Commenti

  1. Mariangela ha scritto il alle :

    Si bene cosa intendi

  2. Mariangela ha scritto il alle :

    Non si vedono le faccette 🙁
    Volevo mettere nel commento di prima 🙂 😉 🙂

Lascia un commento