C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Sto scegliendo in accordo col mio destino?

16 settembre 2013 alle 07:53

Vi ho scritto Cos’ho capito di Destino e Libero Arbitrio, in cui vi descrivo la mia idea su come i 2 si relazionino nello sviluppo della vita reale di ogn1 di noi.

Avendo la mia visione, diventa importante ke ogni decisione presa sia coerente col nostro destino e lo favorisca, xké fare scelte ke lo ostacolino significa di fatto agire contro il nostro stesso piano di vita.

Certo, potrebbero, in teoria, esservi situazioni tali da rikiedere 1 cambio di rotta in corsa, ma ritengo ke siano rare eccezioni, x altro ben difficili da riconoscere, se nn impossibili.

Ad oggi, quindi, x ogni decisione mi kiedo, oltre al se sia giusta o no, se va incontro al mio destino. Certo, nn ho la sicurezza di quest’ultimo, anzi a volte neppure lo intravvedo, ciò nn di – nn riesco a nn pormi la domanda.

Questo già nello specifico, potete immaginare quanto me lo kieda sul piano generale.

Ad esempio, andando via dall’Italia, sto seguendo il mio destino o lo sto ostacolando? E cambiando lavoro?

Mi consola il fatto ke cambiare il proprio destino sia cosa difficile, xké il destino nn pianifica gli aspetti oxativi, il quotidiano e lo specifico, ma solo eventi strategici e fattori cardine.

In questi mesi ho vari punti axti:
– le relazioni affettive di coppia;
– il lavoro;
– dove vivere;
– alc1e importanti cure medike.

Sui figli, ad esempio, nn mi pongo alc1 dilemma, nn xké nn mi interessi, ma xké su questo aspetto ho deciso x 1a strategia di nn intervento. Lascio ke siano il loro destino ed il loro libero arbitrio a governare le loro vite.

TAG: anima

Lascia un commento