C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Perché certe persone mi attraggono a prima vista?

23 agosto 2013 alle 13:20

Ci sono persone che appena le vedo, per qualche motivo che non so spiegarmi, mi piacciono molto. A volte senza che ci sia la vicinanza, si fa persino fatica ad accettare il classico sensazione a pelle. Sembra qualcosa di ancora più veloce e profondo.

Non vi capita?

In questi anni mi sto facendo un’idea e negli ultimissimi ne sto trovando conferma.

Più leggo sulla reincarnazione, più mi rendo conto che fenomeni che non mi spiegavo, ora  trovano una spiegazione. Tra cui questa della quale vi sto scrivendo.

Ogni volta che la cosa mi è successa, parlo del piacere a prima vista, poi nell’immediato futuro c’è stata la conferma. Sempre.

Questo non vuol dire che non possano esserci stati problemi, a volte anche gravi, dovuti a fatti di vita che poi hanno ostacolato il rapporto. Purtroppo non viviamo soli, ci sono molte interazioni, quindi qualcosa a volte può andar male per le leggi del Caos, che mettono noi in relazione agli altri, in modo non sempre  facilmente prevedibile.

Però posso dire che con le persone che mi sono piaciute a prima vista, i problemi alla lunga si sono sempre appianati e quelle poche volte che non è stato così, il tutto è rimasto in uno stato di strana sospensione che fa ritenere che la partita non sia chiusa, che in una nostra prossima vita, il riequilibrio karmico avverrà.

L’ipotesi?

Faccio mia quella di Gloria Chadwick (e non solo, ovviamente, molti altri ne scrivono) che parla di anime compagne ed anime gemelle (in un senso leggermente diverso da quello che si dà solitamente a questa espressione). Anime con le quali in passato ci siamo incontrati, ci siamo scambiati aiuti e consigli, ci siamo piaciuti, ci siamo legati, a vari livelli.

Sento fortissima questa cosa. Incontro a volte donne, non importa se belle o no, con le quali avrei quasi voglia di avvicinarmi ed invitarle subito ad uscire. Così, come se fosse la cosa più naturale del mondo.

Ok, lo so, state per dire che sono un uomo ed è normale. Certo. Succede anche a me, che la cosa capiti per il solito motivo, ma guardate, stavolta parlo di qualcosa di diverso. Parlo di sentire una così forte affinità o familiarità che mi porta quasi a credere di potermi avvicinare ed essere socievole come se ci conoscessimo da sempre, quasi con la sicurezza che la cosa non creerà problemi e sarà accettata.

Folle visionario? Forse, però presto o tardi proverò, tanto per togliermi lo sfizio di vedere cosa succede.

TAG: anima

Lascia un commento