C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

I miei gemelli sono tornati

21 luglio 2013 alle 13:59

Sono sempre stato appassionato di gemelli, che uso da sempre per i polsini delle mie camice.

Qualche anno fa persi i miei preferiti. Non ci fu modo di trovarli, anche se misi la casa sottosopra.

Ok, per fortuna ne avevo altri, ma a quelli ero molto legato. Per varie motivazioni, erano gli oggetti personali ai quali tenevo di piu, dopo le mie stilografiche.

Tre giorni fa decido di iniziare alcuni esercizi per ricordare i sogni. Tra le cose che devo fare, c’è porre un oggetto simbolico importante per la mia vita, sotto al cuscino.

Lasciamo perdere che la cosa possa avere un senso o no, comunque io riflettevo sul fatto che non avevo nulla di personale così importante per me, salvo un anello (comunque piuttosto distante dal livello dei gemelli).

L’altro ieri, il giorno dopo aver preso la decisione sui sogni, devo andare al ristorante. Decido di mettere un abito ed una delle mie camice coi polsini da gemelli.

Cerco i gemelli che mi sono portato in vacanza. Sono sicuro di averli portati, ma niente, non li trovo.

Decido di guardare anche nelle valigie e…

… e in una tasca laterale trovo i gemelli persi anni fa!!

Poco dopo trovo anche i nuovi nel cassetto dove li avevo cercati da subito senza trovarli.

Strana la vita, vero?

TAG: racconti

2 Commenti

  1. Mariangela ha scritto il alle :

    L’anello è la fede 😛

  2. fradefra ha scritto il alle :

    Sì, Mariangela, infatti nn l’ho scritto proprio x questo. X le idee ke ho, sai ke nn attribuisco alla fede, intesa come anello, 1 valore simbolico altissimo 🙂

Lascia un commento