C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Archivio luglio 2013

Qualche giorno fa stavo leggendo un libro, “Oltre le porte del tempo” di Brian Weiss, e ogni tanto qualche suo passaggio particolarmente interessante mi veniva da fermarmi un attimo, poi decidevo di proseguire per non interrompere. Successo un paio di volte, alla fine mi sono fermato. Già, ci ragiono, ci ragiono ancora, ne sono convinto, […]

Penso che sia arrivato ormai il momento di non avere dubbi e di dire con decisione chi sono, cosa voglio, quali obiettivi ho, con chi voglio passare il mio tempo, che lavoro voglio fare. In pratica, basta col restare nascosto dietro a 1, cento, mille maschere. Mi sono sempre studiato per capire chi fossi e […]

Gran parte della nostra vita è motivata da verità che chiamiamo così, ma che in realtà non sono dimostrabili in alcun modo, senza che all’origine ci sia un atto di fede o, appunto, del credere che la cosa sia vera. Religioni, regole sociali, rapporti personali, sono spesso basati su atti di credo su una idea […]

Sono sempre stato appassionato di gemelli, che uso da sempre per i polsini delle mie camice. Qualche anno fa persi i miei preferiti. Non ci fu modo di trovarli, anche se misi la casa sottosopra. Ok, per fortuna ne avevo altri, ma a quelli ero molto legato. Per varie motivazioni, erano gli oggetti personali ai […]

Spesso la vitalità di una persona non è data da ciò che fa o da quanto fa, ma dall’entusiasmo che ci mette. Una cosa fatta senz’entusiasmo, sarebbe meglio che non si facesse. Anche nel far programmi, penso che l’entusiasmo sia importante per predisporre al meglio la riuscita di ciò che si sta preparando.

Il titolo dice già quel che credo, vorrei ora scrivervi come ci sono arrivato. Ci sono molte città meridionali che mi piacciono, ovviamente ve ne sono molte che non mi piacciono assolutamente. Anche le città che mi piacciono, però, non le trovo mai familiari, mi sembrano sempre città inconcepibili per me, non mi viene mai […]

Stamattina alle 7 circa ho fatto il bagno nel mare che bagna la spiaggia di Tonnarella. Ero immerso nell’acqua quasi del tutto priva di correnti. Mancava nulla al fatto che fosse ferma. Sulla pelle avevo la sensazione di una carezza appena tiepida a tratti, appena fresca subito dopo. In pratica l’acqua era quasi alla temperatura […]

Penso che si debbano manifestare le proprie idee, anche quando non sono popolari e possono renderci un po’ alieni. Ovvio, sempre con tatto, senza offendere nessuno, senza insistere, facendolo con il tono giusto e nel contesto giusto. Ma va fatto. I gruppi si formano, infatti, perché ci si riconosce. Ma per riconoscersi, serve comunicare.

Sono un uomo fortunato e spesso mi sono state dette delle belle frasi. Le ricordo tutte. In ordine sparso. Non chiedetemi spiegazioni o i contesti, non risponderò 🙂 “Perché vuoi uscire con me? Non sono troppo vecchio per te?” – risposta – “Se permetti, questa è una decisione che dovrei prendere io“.

Mi piace molto parlare con le persone, ma da qualche tempo noto un incremento del mio desiderio di scrivere. Come mai? Mi piace. Perché? Ecco, quest’ultima è la domanda importante. A volte mi capita di voler fissare un ricordo, quindi lo racconto. In qualche caso scrivo quasi con rabbia, per sfogarmi. Nessuno leggerà, probabilmente, ma […]

Ci sono da sempre, non ricordo, ma credo che la mia tomba sia stata tra le prime di questo cimitero. Come sono morto? Beh, in realtà non sono mai morto. No, non sono stato seppellito vivo. Come al solito, la risposta giusta è quella più semplice. Non sono mai morto, perché non sono mai nato. […]

Capita, per fortuna raramente, che io senta un forte senso di vuoto, la mancanza quasi fisica di qualcosa che desidero, la sensazione che domani non potrà esserci e che la vita si fermi all’oggi. Strano, però, che per assurdo questo sentire la mancanza sia la più convincente prova della mia vitalità, della mia capacità di […]

Qui giacciono tanti racconti, foto, immagini, ricordi di viaggi, cibi assaggiati, strette di mano, souvenir, grandi imprese, soldi, ma… … nient’altro, non c’è nessun uomo. Avrei voluto vedere, non solo guardare. Avrei voluto capire, non solo conoscere. Avrei voluto amare, non solo comprendere. Avrei voluto volare, non solo vivere. Avrei voluto desiderare, non solo avere. […]

Sto camminando lentamente. Attorno a me è buio. Nulla si muove, il silenzio è completo. Non so se sono i miei occhi a vederla o la mia mente a sapere che c’è, ma lontano una luce sembra chiamarmi. Aumento il passo, le mie mani si protendono in avanti, la mia mente si proietta verso di […]

L’anima suxiore si vede subito, si riconosce x la sua altezza e x la luce ke ha. Quando la hai vicina, anke la tua si commuove e sente la responsabilità d’essere alla sua altezza. Ho fatto 1a carezza sulla pancia a Daniele, ke 1 istante dopo ha detto “grazie della carezzina, papà”. La sua è […]

Mi ricordo gli studi giovanili e la mia voglia di avventura. Mi affascinavano particolarmente le tesi che i nostri santoni studiosi facevano su quel remoto pianeta dove pareva esistesse una vita così diversa dalla nostra. Quanto desideravo esserci anch’io, quando li avremmo incontrati.

Di me nn ricordo molto, così come della vita che ho lasciato. So che ho vissuto, naturalmente, infatti ci sono. Qui nella morte ho trovato la mia giustificazione e sono felice così. Non so bene cosa mi succederà in futuro, forse una nuova mi attende, sopporterò con pazienza aspettando speranzoso la mia successiva morte.

Negli anni, più volte ho letto l’Antologia di Spoon River, di Edgar Lee Masters. Scritta benissimo, si tratta di una raccolta di poesie e pensieri che disegna il quadro di una società vista nei suoi lati amari, ipocriti e conformisti. Mi ha sempre attratto, esercitando un notevole fascino ed in passato spesso l’ho citata.

Ovviamente ognuno di noi ha un corredo genetico che ci porta ad avere caratteristiche nostre fissate dalla nascita. Il corredo genetico riporta anche certe trasformazioni, quindi caratteristiche che ci arrivano nella seconda età in realtà erano fissate già dall’inizio. Poi vi è un fiume travolgente di cambiamenti influenzati da migliaia di variabili senza controllo!

… … – Frà, posso dirti una cosa? – Certo, sai che puoi dirmi quello che vuoi. – SCOPAMI! – SIIIIIIII! Cazzo, ma me lo dici così? Che dovrei fare? Venir li?