C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Voglio anche un filo di dolore

17 giugno 2013 alle 14:23

Nn mi bastano le tue labbra, né la tua lingua è sufficiente. Mi serve sentire per un momento che mi vuoi fino in fondo. Mi serve che ci sia anche la partecipazione dei tuoi denti, con un leggero morsetto sulle mie labbra.

Dove sei?

Agli allievi dei corsi insegno che per essere equilibrato e completo, un boccone deve sollecitare tutte le papille: dolce, salato, amaro, acido.

Così, quando mi baci, considerami il tuo piatto preferito 🙂
Vorrei farti trovare qualcosa di dolce, vorrei che ci fosse la testimonianza della forza e del desiderio, che il calore della passione fosse il substrato a tutto il resto, che le mani trasmettessero l’energia vitale e che l’anima desse i suoi messaggi tramite gli occhi.

Così, fammi anche tu capire che ci sei. Baciandomi, dammi le tue mani, la tua lingua, le tua labbra, tuoi denti ed i tuoi occhi.

Altrimenti un bacio è solo una fotografia che qualcuno ha scattato, senza riuscire a trasferirne l’anima. La dipingi, ma non la comprendi.
La inquadri, ma non la vedi.
La comunichi, ma non la vivi.

TAG: pensieri

Lascia un commento