C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Quanto è solida la mancanza?

22 giugno 2013 alle 17:29

Strano come la nostra mente elabori segnali provenienti dalla realtà, costruendo un mondo ed un significato interno che soddisfano criteri apparentemente incomprensibili.

Sentiamo la mancanza di qualcuno molto di più della presenza. Ci abituiamo ad avere qualcuno vicino fino al punto di non accorgerci più del fatto che ci sia.

La mancanza è fisica proprio perché quando chi desideri se ne va, anke per 1 solo giorno, a volte, senti che non c’è, gli riservi i tuoi pensieri, ti guardi attorno, ti corichi aspettando domani.

Se la mancanza è grave, senti 1 pugno nello stomaco, arrivi a star male, anche molto.

Viviamo più di mancanze, che di presenze. Le presenze possono darci molto, ma sono le mancanze a farci capire chi siamo e cosa vogliamo 🙂

TAG: pensieri

Lascia un commento