C'è stato un sogno, una volta, che era Roma. Si poteva soltanto sussurrarlo. Era cosí fragile. ... sarà realizzato!     [Marco Aurelio, in Il Gladiatore, di Ridley Scott]

Nel novembre del 2002 scrissi questo pensiero. Non ricordo dov'ero. Ve lo ripropongo perché rileggendolo ho visto quanto sia esplicativo della mia essenza. Lo penso ancora, lo sento vero e vale sempre e più che mai.

fradefra

Un anno dopo l’altro ed il viaggio continua

02 agosto 2011 alle 18:53

C’è una cosa positiva nell’andare avanti con gli anni ed è quella bella sensazione che si prova tornando in posti da cui si manca da molto tempo.

Sempre più spesso mi capita di andare per lavoro in luoghi nei quali ho vissuto lunghi o brevi periodi della mia vita.

I ricordi affiorano pian piano ed ognuno di loro ne richiama un altro. Odori, vie e facce ti sembrano ancora lì ad aspettarti, come il tempo non fosse mai passato.

Mi ricordo di quel negozio dove interrompendo una lezione che tenevo ero dovuto correre per comprare al volo un paio di scarpe, dato che una di quelle che avevo mi s’era aperta. Vedo la pizzeria in cui, unica volta in vita mia, avevo litigato col cameriere. C’è ancora il proprietario della casa dove ero stato in affitto. Ancora quell’odore di pelati che non riuscivo a sopportare e che ora trovo piacevole perché mi stimola un ricordo.

Mi fermo a riflettere come la vita non sia un istante, ma un insieme di tanti momenti e non è vero che ciò che è passato, non si può più rivivere. Basta poco a richiamare quel lontano secondo e riportarlo ad oggi, al punto che quello di ieri si confonde con l’attuale.

Mi gusto questo momento, assaporo il rivivere questi frammenti, penso e ripenso. Sì. Sono vivo. Ad ogni anno ne segue un altro ed il viaggio della vita continua.

TAG: pensieri

Lascia un commento